Moliterno: Il borgo del Canestrato tra boschi e sorgenti

L’ampia valle originata dal fiume Agri, l’antico Akiris, a occidente, ospita il borgo di Moliterno incastonato ai piedi dell’imponente complesso montuoso di Monte Sirino – Papa.

Siamo nel Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri – Lagonegrese dove i boschi di faggio e di castagno formano tessere brune alternate con il verde dei pascoli aromatici. Qui domina il silenzio interrotto dai campanacci degli animali in libertà e dallo scorrere vivace delle acque di torrenti, fossi e sorgenti. E’ il regno dell’acqua limpida, delle murge di rocce calcaree, da cui godere dell’immensità dei panorami e dei respiri profondi pronti a catturare i profumi della natura. Il lavoro dell’uomo custode di tanta bellezza ha fatto il resto forgiando un sapere all’origine degli straordinari prodotti della tradizione agroalimentare locale, in primis il Pecorino Canestrato di Moliterno IGP, indicato già nel 1856 nella Carta dei Prodotti Alimentari delle Province Continentali di Benedetto Marzolla.

L’incanto della bellezza si riproduce nel dedalo delle strette viuzze del borgo medievale che culmina con il possente Castello posto al fulcro dell’antico abitato.
E’ facile per l’ospite cittadino temporaneo di Moliterno, vivere un’esperienza unica calandosi nel ritmo gioioso della vita del borgo, ascoltandone i curiosi racconti, ammirando le opere di artisti locali, plasmando una materia vivente sia essa legno, farina, argilla o cagliata di latte.

Oggi il borgo di Moliterno, aderendo alla Rete Nazionale delle Comunità Ospitali, si trova ad intraprendere un nuovo percorso di rinnovamento ma rispettoso dei suoi valori autentici, percorso che si prefigge l'obiettivo di creare nuove opportunità per la comunità a partire dalle sue risorse ambientali e culturali.  

Un caloroso benvenuto all’ospite cittadino: si parte per una straordinaria avventura!

News/Eventi

  • Anima Ottobrina

    11/10/2017 - Con l? arrivo dell? autunno, tutte le domeniche, l? associazione ?Turismo Moliterno?operante all?interno della ComunitÓ Ospitale Moliterno, vi aspetta per accompagnarvi per le vie del Borgo, alla Torre del Castello medievale, alla degustazione del Canestrato e delle castagne e inebriati dai profumi dei boschi d? autunno.